Al NAMM Show di quest’anno, oltre a presentare la nuova interfaccia audio, Arturia ha anche introdotto BeatStep Pro, uno step sequencer che a loro piace definire “a sequencing powerhouse“.

Il dispositivo offre 16 knobs sensibili al tocco per la modifica dei parametri di pitch, gate, velocity e timing shift, include inoltre due step sequencer monofonici ognuno con il suo display.

Sequencer 1 e Sequencer 2 sono stati espansi con più di 64 step per sequenza, 16 sequenze per progetto e 16 progetti: ciò rende BeatStep Pro uno dei più potenti step sequencer mai realizzati.

Ogni sequencer ha il suo controllo di voltaggio e gli output per essere facilmente connesso a sintetizzatori analogici; un ulteriore DRUM sequencer permette di utilizzare 16 tracce separate e registrarvi utilizzando i 16 pad sensibili alla pressione o i 16 bottoni in alto. Quando il dispositivo passa in modalità SEQ1 o SEQ2, i pad possono controllare la trasposizione come accedere a diverse scale musicali: cromatica, maggiore, minore, dorica, misolidia, armonica minore.

BeatStep Pro è anche un controller. Passando dalla modalità PROJECT a quella CONTROL è possibile utilizzare i pad, i knob ed i bottoni come controller MIDI con la propria DAW o un sintetizzatore esterno.

Il dispositivo sarà disponibile nella primavera di quest’anno al costo di 249€.

Per maggiori dettagli consultate il sito di Arturia.