Come ho già detto, la batteria è sicuramente lo strumento più difficile da riprendere, questo perchè oltre ad aver bisogno di numerosi microfoni (a seconda anche della batteria che abbiamo) dobbiamo posizionarli in modo tale che non rechino intralcio ai nostri movimenti, che siano ad una distanza tale da riprendere perfettamente il tamburo assegnato, che non ci siano rientri di altri tamburi o, se ci sono, le frequenze non devono essere uguali altrimenti i due suoni si annullano, la stanza non deve rimbombare ad ogni colpo di cassa o timpano ecc..ecc..ecc..

Vediamo però di fare una registrazione a seconda dei microfoni che abbiamo e dove posizionarli.

  • 1 MICROFONO – Diciamo che riprendere discretamente la batteria con un solo microfono è difficile, ma non impossibile. Si potrebbe usare un AKG c 1000s, posizionandolo ad una distanza di circa 2 metri (da valutare a seconda della stanza) dalla batteria in posizione frontale se volete una maggior presenza di cassa o dall’alto se volete una ripresa più brillante. Migliore sarebbe la ripresa fatta con un Neumann, ma se avete i soldi per prenderne uno avete anche i soldi per prendere un kit di microfoni da batteria.
  • 2 MICROFONI – Avendo due microfoni uno lo mettiamo panoramico sopra la batteria e l’altro lo usiamo solo per la cassa, oppure possiamo usare tutti e due panoramici con la possibilità di mettere un microfono nel canale destro e uno in quello sinistro ed avere un effetto stereo.
  • 3 MICROFONI – Con tre microfoni possiamo fare delle buone registrazioni, perdendo magari un po’ di tempo nelle regolazioni. Si utilizza un microfono solo per la cassa e i due panoramici (uno a destra e uno a sinistra per avere l’effetto stereo), oppure possiamo utilizzare un microfono solo per la cassa, uno solo per il rullante ed uno panoramico sopra la batteria.
  • 4 E PIU’ MICROFONI – Con quattro microfoni siamo in grado di rendere la nostra registrazione il più vicino possibile al suono naturale che noi sentiamo dal vivo (dipende però anche dai microfoni che si usano) utilizzandone uno solo per la cassa, uno solo per il rullante e due panoramici stereofonici, oppure uno per la cassa, uno per il rullante, uno per il charleston ed uno panoramico centrale. Avendo molti microfoni a nostra disposizione riprenderemo la cassa, il rullante, il charleston, tutti i tom e i timpani, i due panoramici ed anche uno solo per il ride. Ci sono molti che usano anche due o tre microfoni per la cassa, uno posizionato all’interno, uno posizionato all’esterno (a riprendere lo spostamento d’aria) e uno sulla pelle battente.

Molte volte si usa anche mettere un microfono che riprende la batteria da una certa distanza o rivolto verso una parete o il soffitto, in modo da avere un “effetto stanza”.

Ricordate però che più microfoni mettete e più grande deve essere il mixer a vostra disposizione (altra spesa!!!).

Per approfondimenti scarica la guida su “Come ottenere un grande suono di Batteria” (in inglese)