La notizia che Apple ha trasmesso agli sviluppatori intervenuti alla conferenza tenutasi ieri, ha fatto sicuramente la gioia di chi produce musica anche in mobilità, parliamo della conferma ufficiale che il formato AU (Audio Unit) sarà presto compatibile anche con iOS.

Grazie alla compatibilità col formato AU i sequencer su iOS (Garage Band ad esempio) come anche altre applicazioni che potrebbero supportare l’estensione, sarebbero in grado di espandere le loro possibilità all’infinito fruendo di generatori sonori, effetti audio ed anche strumenti musicali: immaginate di poter aprire Animoog all’interno di GarageBand senza dover “combattere” con i vari AudioBus & co. oppure di applicare gli amplificatori di Amplitube direttamente alla nostra traccia audio; lo scenario è sicuramente interessante e merita di essere attenzionato da sviluppatori e stampa specializzata.

Naturalmente ci vorranno mesi prima che tutto questo venga messo in pratica, ma di sicuro gli sviluppatori saranno ben contenti di non dover cambiare “linguaggio” quando creano plugin audio per iOS.

Per ulteriori dettagli, gli sviluppatori potranno consultare l’App Extension Programming Guide raggiungibile a questo indirizzo. Da parte nostra, come semplici utenti non vediamo l’ora di poter assistere a questa ennesima rivoluzione che potrebbe portare nuovo splendore al settore della musica in mobilità che al momento sembra un pò in stasi.