Propellerhead annuncia l’uscita di Reason 6, un importante aggiornamento al proprio software di punta. Nello stesso momento debutta anche Reason Essentials, diretto successore di Record, che integra tutti gli strumenti di registrazione, editing, effetti, strumenti , mixing e mastering necessari per definirsi un sequencer a tutti gli effetti.  Adesso tutti i prodotti Reason integrano una completa gestione dell’audio.

Novità in Reason 6?
Con l’integrazione di tutte le funzioni di Record, Reason 6 dispone finalmente di funzionalità di registrazione ed editing audio con console mixer di Propellerhead dotata di EQ su ogni canale, rack paralleli multipli, modelli di amp Line 6, nuovi effetti e altro.

Tra i nuovi effetti disegnati per essere inseriti direttamente nei canali vi sono:
Pulveriser, effetto di sound crushing con compressione crunch e distorsione dirty; The Echo, effetto eco stereo con delay moderno o emulazione dei vecchi delay analogici a nastro; Alligator, un effetto gate basato su pattern a tre bande utilizzabile per aggiungere ritmo e accenti ai pad o cambiare le dinamiche nei loop percussivi. Inoltre con i suoi tre filtri paralleli, distorsione, phaser e delay, diventa un potente strumento per i remix.

Reason Essentials
Così come Steinberg ha fatto in Cubase Essentials, così Propellerhead propone una versione “leggera” di Reason per chi non deve necessariamente farne un uso professionale. In questo senso Essentials si adatta perfettamente alle esigenze di un musicista che può disporre di una grande selezione di strumenti ed effetti tra i quali: drum machine, loop player, campionatori, synth, reverberi e delay, distorsione, effetti per il mastering e molto altro.

Per i chitarristi sono disponibili delle tracce dei veri e propri Pod sviluppati da Line6 che consentono di utilizzare un interessante ed esteso parco di amplificatori, casse ed effetti.

Costi
Reason 6: € 405
Reason Essentials: € 279
Reason 6 Upgrade: € 149