CONFIGURAZIONE ASIO

Come già detto nei precedenti capitoli, per ben operare con un programma di sequencing come Cubase occorre selezionare il driver ASIO che ci fornisce la nostra scheda audio.
Nel caso in cui possediamo schede che non dispongono di tali funzionalità e vogliamo cmq utilizzare i driver ASIO (che garantiscono una latenza minima sia in registrazione che in riproduzione) esiste il pacchetto ASIO4ALL che consente di usufruire di un driver virtuale che utilizza il processore del computer per simulare ciò che invece dovrebbe gestire la sola scheda audio.

Per specificare il driver ASIO da utilizzare raggiungiamo dal menu PERIFERICHE la voce IMPOSTAZIONE PERIFERICA:

asio

Come si evince dalla figura in alto, cliccando sulla voce VST Audiobay della colonna di sinistra, si raggiunge la finestra di configurazione che ci interessa. Nell’elenco a discesa verranno visualizzati tutti i driver ASIO disponibili: non sono da utilizzare gli ASIO MULTIMEDIA nè gli ASIO DIRECTX perchè hanno dei tempi di latenza enormi, piuttosto se non disponete di driver ASIO usate il pacchetto ASIO4ALL.

Nel caso in esempio è stato selezionato il driver ASIO della scheda FocusRite Saffire Pro 24 (molte Soundblaster hanno il CREATIVE ASIO, le M-Audio hanno il loro e così via). Come vedete in figura, nel momento in cui selezioniamo il driver ASIO appropriato il sistema ci indica la latenza in ingresso ed in uscita e cioè con quanto ritardo il software elaborerà il segnale in ingresso e quello in uscita. Nel caso in esempio la latenza è stata impostata a 12ms, un valore più che accettabile per poter lavorare bene. Per modificare il valore della latenza selezionate nella colonna a sinistra la voce sottostante VST AUDIOSYSTEM che corrisponde al driver ASIO che avete appena selezionato. Da lì, cliccando sul bottone CONTROLLI, potete modificare i valori della latenza direttamente dal pannello di controllo che la vostra scheda vi mette a disposizione.

In questo modo abbiamo terminato la configurazione dei driver ASIO in Cubase Sx.

Personalizzazione

Cubase consente la personalizzazione di molte delle sue funzioni: è possibile accedere al menù di personalizzazione selezionando il menu FILE e dipoi PREFERENZE.

Da qui è possibile modificare in che lingua visualizzare le varie funzioni del programma (voce GENERALE) o come deve apparire l’area di lavoro (voce ASPETTO) e così via. Solitamente da un punto di vista funzionale non c’è bisogno di modificare alcuna di queste impostazioni e comunque se ne consiglia la modifica solo ad utenti che “sanno quello che fanno”.